La sezione ‘Pittura italiana’, costituita da 140.000 fotografie di dipinti dal XIII al XVIII secolo, è il nucleo più importante della Fototeca Zeri.
Documenta e riflette gli studi e il metodo di ricerca del grande studioso che l’ha incrementata con dedizione costante per tutta la vita.
Creare la banca dati digitale della fototeca di Federico Zeri è stata una sfida tecnologica importante e, innanzitutto, un impegno a garantire la fruizione più ampia possibile di un patrimonio inestimabile. In particolare per i giovani che intraprendono oggi gli studi di storia dell’arte.
Il database della Fototeca Zeri è un catalogo digitale ricchissimo con immagini di grande qualità.
Oggi è considerato il più importante repertorio sulla pittura italiana presente nel web (www.fondazionezeri.unibo.it). Viene consultato da docenti, studenti, musei, case d’asta, collezionisti, antiquari.
È questo traguardo di studio e ricerca che la Fondazione Federico Zeri dell’Università di Bologna intende celebrare in questo volume.
Un’occasione per ricordare il grande studioso e il suo straordinario lascito, oggi patrimonio della comunità scientifica.
Il volume, edito da Umberto Allemandi & C. con il contributo di UniCredit, presenta una selezione delle fotografie più significative che documentano l’unicità, la consistenza, la ricchezza della Fototeca Zeri.
Questa presentazione costituisce il primo momento di una collaborazione istituzionale tra la Fondazione Federico Zeri e l’Istituto Nazionale per la Grafica, custode di preziosi fondi e opere fotografiche.

 

INDICE

VAI AL SITO WWW:SKIRA:NET