Corso didattico
Roma, Palazzo fontana di Trevi, via Poli, 54
10 marzo - 20 aprile
Martedì 11 marzo nella sede della Calcografia avrà inizio la seconda annualità del corso quadriennale "Lineamenti di storia delle tecniche" dedicato quest'anno al bulino e alle tecniche di incisione diretta. Un programma didattico a cura di Ginevra Mariani, giunto alla seconda edizione, che dopo aver affrontato nel 2000 la tecnica xilografica proseguirà, negli anni successivi, condurrà gli studenti alla scoperta del mondo dell'acquaforte e delle tecniche di incisione indiretta, fino alla litografia e alla serigrafia.  
  Questo l'appuntamento intende illustrare la storia dell'incisione su metallo e delle tecniche cosiddette in incavo, con particolare attenzione a quelle dirette, dalle sue origini fino al contemporaneo, sia attraverso l'esemplificazione diretta dei procedimenti d'incisione e stampa della matrice, effettuata dal personale specializzato della Calcografia -Antonio Sannino, Giuseppe Trassari Filippetto- sia attraverso l'indagine storico-artistica, condotta dagli storici dell'arte dell'Istituto: Giulia de Marchi, Luigi Ficacci, Fabio Fiorani, Ginevra Mariani, Alida Moltedo, e da studiosi esterni: Evelina Borea, Marzia Faietti, Giorgio Marini, Simonetta Rodinò, Anna Maria Voltan. Scopo dell'iniziativa è una indagine approfondita della fortuna della tecnica calcografica nel corso dei secoli, soprattutto attraverso l'esemplificazione del diverso approccio dei singoli artisti.
Si rinnova, attraverso questo progetto, l'impegno tradizionale dell'Istituto nel campo della didattica, reso possibile dalla specificità stessa dell'Istituto che si può avvalere dei vantaggi derivanti dalla interazione di diversi fattori quali: la presenza nelle collezioni di disegni, stampe, matrici incise, fotografie, e l'esistenza di una stamperia di secolare tradizione, attività supportate inoltre dai Laboratori di restauro per le opere su carta e per le matrici incise, consentendo così uno studio completo delle tecniche grafiche.  
  L'iniziativa quest'anno si articolerà secondo i parametri stabiliti dalla convenzione stipulata tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le Università e l'Accademia di Belle Arti nell'ambito dell'attuazione della riforma universitaria. Il corso numero chiuso, rivolto soprattutto agli studenti delle cattedre di Storia del disegno e della grafica, si configura quindi come credito formativo per cui verrà rilasciato un apposito attestato.
Per partecipare è necessaria l'iscrizione; le domande saranno accolte fino ad esaurimento dei posti.
Presso la sede della Calcografia sarà a disposizione il Programma dettagliato del corso che si articolerà su otto incontri bisettimanali che affronteranno argomenti quali: , l'incisione calcografica delle origini, la fortuna del bulino in Italia, la stampa calcografica nel Nord Europa, l'incisione di traduzione dal Seicento all'Ottocento, alcune esperienze contemporanee che prevedono l'incontro con l'artista
 
     
Programma Scheda
iscrizione
  INDICE